Published on 12 Oct 2016 | about 1 month ago

LAMBORGHINI P140
01.Quando la jalpa venne ritirata dal mercato, la Lamborghini ideò la P140.
02. Il Design venne affidato a Bertone, che richiamò le linee della Countach e della Jalpa, creando qualcosa di riconoscibile ed originale al tempo stesso;
03. L'auto era una due posti con tettuccio removibile,
04. Gli interni apparivano migliorati e più moderni rispetto a quelli presenti nella Jalpa. La P140 aveva un cruscotto leggermente curco che esaltava la sua altezza, con ventole quadrate e comandi per le luci poste tra il condizionatore e la radio.
05. Il motore era un 4.0 litri a 10 valvole e 370 cavalli, ottenuti alleggerendo il veicolo e facendo ampio ricorso all'alluminio in fase di progettazione e costruzione
06. L'iniettore di benzina era posizionato sotto il sedile del passeggero e muoveva le ruote posteriori per mezzo di una trasmissione manuale.
07. I progettisti considerarono l'idea di creare una versione a quattro ruote motrici, ma il prototipo non venne mai realizzato;
08. Esistono tre prototipi della P140: il primo, di colore arancione, era completo e testato sulla strada. Raggiungeva una velocità massima di 295 Km/h nel circuito di Nardò.
09. Il secondo prototipo, di colore rosso, era uno chassis privo di motore.
10. Il terzo prototipo, di colore bianco, venne accidentalmente danneggiato nel 1992 e restaurato per essere esposto nel museo della Lamborghini, in Sant'Agata Bolognese.
11. La Lamborghini P140 avrebbe dovuto essere commercializzata nel 1992 al prezzo di $ 125.000,00; all'epoca la Diablo costava 211.000,00 $, la Porsche Carrera 4 Cabrio 77.800 $ e la Ferrari Testarossa valeva $ 160.000,00.
12. La Lamborghini pensava di vendere almeno 1.000 P140 all'anno: un obiettivo ambizioso ma raggiungibile;
13. Il progetto dovette essere abbandonato perché il mercato dell'auto stava attraversando un periodo di crisi e la Chrysler, che aveva acquistato il marchio, ritenne più opportuno concentrare le risorse in altri segmenti;

Loading related videos...